Translate!

PATATE AL FORNO, LESSE, AL VAPORE: TRUCCHI, CONSIGLI PER NON SBAGLIARE COTTURA

PATATE AL FORNO, LESSE, AL VAPORE: TRUCCHI, CONSIGLI PER NON SBAGLIARE COTTURA
       
Condividi questo articolo:

 


Le patate in tavola mettono sempre d’accordo tutti: fritte, al vapore o al forno, grandi e piccoli le apprezzano sempre molto volentieri: accompagnano perfettamente piatti tradizionali, come gli arrosti, piatti leggeri, come un filetto di salmone, ma anche piatti meno sani, come un cheeseburger.

 

LE PATATE SONO CARBOIDRATI E FANNO INGRASSARE: FALSO

Le patate sono un’ottima fonte di vitamina C, potassio e carboidrati complessi: sono cioè carboidrati che impiegano più tempo di un carboidrato semplice, come il pane o la pasta, per essere scomposti, evitando quindi i picchi di glicemia. I carboidrati complessi, inoltre, danno un maggiore senso di sazietà, ecco perchè sono particolarmente indicati nelle diete ipocaloriche: mangiare delle patate al posto del pane ci fa alzare da tavola più sazi, ci sentiremo sazi più a lungo e riusciremo a controllare di più la fame.

 

LA PATATA GIUSTA PER OGNI USO

In commercio si trovano moltissimi tipi di patate, differenti tra loro nell’aspetto, nel gusto, e nella consistenza, e per la buona riuscita di un piatto è fondamentale utilizzare la patata giusta. Spesso non ci sono tante indicazioni sulle etichette, ma possono essere sufficienti per capire se si adatta bene all’utilizzo che dobbiamo farne o se non è la patata giusta per noi.

 

LE PATATE A PASTA GIALLA

 

Le patate a pasta gialla sono patate che trattengono maggiori quantità di carotene e minori quantità di acqua e  amido, proprietà che conferisce alla patata una pasta piuttosto compatta, che una volta cotta mantiene la sua forma. Le patate a pasta gialla sono adatte alla cottura a vapore o lesse, o alla frittura, e meno adatte agli gnocchi o a creme come il purè.

 

 

 

LE PATATE A PASTA BIANCA

Le patate a pasta bianca sono patate molto ricche di amido, hanno una pasta farinosa, che tende a sbriciolarsi quando viene tagliata. Ecco perchè sono particolarmente adatte per preparazioni a base di patata: avendo molto amido all’interno, daranno la giusta consistenza a creme, crocchette, gnocchi e purè.

 

 

LE PATATE ROSSE

Le patate rosse sono particolarmente indicate per essere fritte senza essere sbucciate, poichè hanno una consistenza simile alle patate a pasta gialla e hanno la buccia particolarmente ricca di carotene… e sarebbe un peccato buttarla via. E’ bene, però, strofinarle bene sott’acqua per togliere lo sporco più grosso, e poi friggerle o cuocere nell’acqua bollente per accertarsi che muoiano eventuali microrganismi patogeni presenti nella buccia.

 

 

 

TRUCCHI E SEGRETI PER LA COTTURA DELLE PATATE

 

VUOI DELLE PATATE AL FORNO CROCCANTI E SAPORITE??

Per le patate al forno, ci sono innumerevoli ricette. Io solitamente preparo le patate sabbiose, le condisco cioè con dell’olio e.v.o., sale, erbe aromatiche e del pangrattato o farina di mais. A casa mia difficilmente avanzano, hanno quella crosticina croccante che le rende davvero irresistibili.

 

RICETTA DELLE PATATE AL FORNO SABBIOSE

PATATE AL FORNO SABBIOSE

17 Novembre 2018
: 4
: BASSA

Scritto da:

Ingredienti
  • 4 patate grandi (circa 600 gr)
  • 40 ml di olio e.v.o.
  • sale e pepe
  • salvia e rosmarino
  • 30 gr di farina di mais o pangrattato
Procedimento
  • Step 1 Lava le patate, sbucciale, tagliale a pezzettoni e lasciale in ammollo 30 minuti circa.
  • Step 2 Porta ad ebollizione dell’acqua, e quando bolle immergi le patate.
  • Step 3 Preriscalda il forno a 180° (cottura ventilata)
  • Step 4 Dopo 5 minuti, scola le patate e trasferiscile in una pirofila da forno, facendo attenzione che non si sovrappongano.
  • Step 5 Condisci le patate con l’olio e.v.o. sale. pepe, la farina di mais (o pangrattato) e mescola bene in modo che tutte le patate vengano raggiunte dal condimento.
  • Step 6 Inforna per 30 minuti circa nel ripiano intermedio del forno. Quando mancano 10 minuti, aggiungi le erbe aromatiche tritate.
  • Step 7 Quando avranno una crosticina dorata, le patate al forno sabbiose sono pronte.

 

E SE HAI POCO TEMPO???

Ecco qui una ricetta infallibile, ottima sia per l’aperitivo sia per accompagnare un arrosto o un filetto di salmone!! Delle chips di patate al forno, croccanti grazie alla farina che le mantiene asciutte durante la cottura.

Il segreto per la buona riuscita di questa ricetta è utilizzare la mandolina per affettarle, in modo che vengano tutte dello stesso spessore e si cuociano uniformemente Se non la conosci, puoi vederla cliccando qui; a mio avviso, è un oggetto indispensabile in cucina, per affettare le verdure senza rimetterci le dita!

 

RICETTA DELLE CHIPS DI PATATE CROCCANTI AL FORNO

CHIPS DI PATATE CROCCANTI AL FORNO

17 Novembre 2018
: 4
: BASSA

Scritto da:

Ingredienti
  • 4 patate grandi (circa 600 gr)
  • 40 ml di olio e.v.o.
  • 6 cucchiai di farina 00
  • sale e pepe
  • 1 rametto di rosmarino
Procedimento
  • Step 1 Lava le patate, sbucciale, tagliale a fettine sottili sottili (2 mm circa)
  • Step 2 per farle tutte uguali, ti consiglio di utilizzare la mandolina.
  • Step 3 Preriscalda il forno a 200°.
  • Step 4 Sciacquale sotto l’acqua e lasciale in ammollo qualche minuto.
  • Step 5 Rivesti una teglia del forno di carta oleata, cospargi di farina, utilizzandone 3 cucchiai.
  • Step 6 Asciuga perfettamente le patate, e trasferiscile in una ciotola.
  • Step 7 Condisci le patate con l’olio, il sale, pepe, il rosmarino, e la farina rimasta.
  • Step 8 Distribuisci le patate a fette sulla teglia, facendo attenzione a non sovrapporle.
  • Step 9 Inforna a 200° per 10 minuti circa, accendendo il grill negli ultimi 3 minuti.
  • Step 10 Controlla le patate durante la cottura: ogni forno è a sè, ed essendo sottili le patate potrebbero bruciare molto velocemente.

 

PATATE FRITTE

Sfatiamo il mito che la frittura fa male: se fatta bene, si può gustare delle patatine fritte che rispettino la nostra salute e quella del nostro fegato. I punti fondamentali per una frittura eseguita a regola d’arte sono 3:

  • Utilizzare un olio che abbia un’alto contenuto di grassi monoinsaturi, come l’olio di arachidi. Anche l’olio extravergine di oliva andrebbe bene, ma tutte le sue ottime proprietà nutritive ed il suo aroma con la frittura verrebbero perse, ecco perchè è uno spreco utilizzarlo per questa preparazione.
  • Utilizzare una friggitrice, oppure un termometro da cucina, per controllare che la temperatura dell’olio resti sempre tra i 160° e 180°. Se non hai la friggitrice, le migliori pentole per la frittura sono quelle in ferro, quelle che usavano le nostre nonne per capirci… Se non hai la fortuna di averne ereditata una, puoi acquistarla cliccando qui …dopo un po’ di utilizzi sarà perfetta come quella della nonna!
  • Friggere in una quantità di olio adeguata alla quantità di cibo che stiamo cuocendo: se c’è troppo cibo e poco olio, rischiamo che la temperatura scenda sotto i 150° e il cibo assorba olio in quantità eccessive.
  • Non utilizzare olio già utilizzato per friggere, e non aggiungerne altro a quello già scaldato per cuocere in precedenza: una volta terminata la cottura di un alimento, è bene buttare l’olio utilizzato e versarne di nuovo nella friggitrice o nella pentola.

 

 

VUOI DELLE PATATE FRITTE CROCCANTI??

  1. Acqua e amido sono i peggiori nemici per delle patate croccanti. Ricordati, quindi, una volta sbucciate le patate, di metterle a bagno nell’acqua fredda 1 o 2 ore, prima di cuocerle. In questo modo, eliminerai l’amido in eccesso e avrai delle patate fritte super croccanti!
  2. Dopo aver messo in ammollo le patate a pezzi, asciugale MOLTO BENE, in questo modo eliminerai anche l’acqua in eccesso.
  3. Quando l’olio avrà raggiunto una temperatura tra i 160° e i 180°, immergi le patate a pezzi, controllando che la temperatura non scenda al di sotto di questo intervallo, altrimenti le patatine assorbiranno l’olio e verranno mollicce.
  4. Quando le patate avranno una consistenza dorata negli angoli, scolale e appoggiale in un foglio di carta assorbente, e cospargi di sale.

 

VUOI DELLE PATATE LESSE SODE E IN FETTA??

 

  1.  Utilizza patate a pasta gialla, oppure le patate rosse. Come detto in precedenza, queste patate hanno minori quantità di acqua e amido, caratteristica che conferisce alla patata una consistenza compatta.
  2. Non sbucciare o tagliare a pezzi le patate: lavale sotto l’acqua, strofinando bene per rimuovere eventuali residui di terra, immergere le patate nell’acqua fredda e portare a ebollizione.
  3. Per sbucciare le patate più facilmente una volta cotte, puoi praticare un’incisione sulla buccia quando le patate sono ancora crude, dividendo idealmente la patata in due nel senso della larghezza e della lunghezza. Una volta cotte le patate, basterà premere leggermente sulle estremità e sarà velocissimo sbucciarle, senza ustionarsi le mani.
  4. Non far bollire velocemente le patate, piuttosto tieni il fuoco basso: eviterai così che si rompano ed entri acqua al loro interno.
  5. Non salare l’acqua: il sale durante la cottura potrebbe far rompere le patate.
  6. Non cuocere troppo a lungo le patate: indicativamente, una patata di medie dimensione ci mette circa 30-35 minuti per cuocere. Volendo, puoi utilizzare la pentola a pressione per dimezzare i tempi di cottura. Controlla la cottura infilzando una forchetta o uno stecchino per spiedini.
  7. Una volta cotte le patate, non lasciarle nell’acqua, ma scolale subito.
  8. Attendi che intiepidiscano e tagliale a pezzi oppure a fette.
  9. Le patate lesse a me piacciono condite con olio, aceto, sale, e prezzemolo…e qualche fettina di aglio sottile sottile! Ma anche l’erba cipollina ci sta molto bene!

 

 

VUOI DELLE PATATE AL VAPORE SODE E GUSTOSE??

Se hai poco tempo a disposizione, puoi preparare le patate a vapore: ti basteranno infatti 15-20 minuti per avere delle patate leggere e gustose da servire in tavola.

Ti basterà lavare, sbucciare e tagliare a pezzi delle patate a pasta gialla, versare dell’acqua in una pentola capiente, e inserire il cestello per la cottura a vapore. Quando le patate saranno pronte, puoi trasferirle in una ciotola e condirle con dell’olio e.v.o., sale, pepe, uno spicchio d’aglio e del prezzemolo.

Per la cottura delle patate a vapore, puoi utilizzare anche una vaporiera, il Bimby, oppure il cestello in bambù per la cottura a vapore.

 

 

 


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:


 

POST CORRELATI

Condividi questo articolo:

LASCIA UN COMMENTO!

       
   

Post correlati

Polpette di tacchino, zucchine e paprika- Morbidissime e gustose

Polpette di tacchino, zucchine e paprika- Morbidissime e gustose

    Se cerchi un secondo piatto facile, veloce, sano e gustoso devi assolutamente provare le polpette di tacchino, zucchine e paprika (o paprica) piccante! Sono delle polpette light al forno, perfette per una cena veloce, leggera e sfiziosa, per una schiscetta in ufficio, o […]

LASCIA UN COMMENTO!

Asparagi gratinati al forno – Veloci, facili e gustosi

Asparagi gratinati al forno – Veloci, facili e gustosi

    In primavera, soprattutto ad aprile, i protagonisti delle nostre tavole sono lori: gli asparagi. Sono un ortaggio perfetto da abbinare alla pasta, una deliziosa frittata, oppure per fare un buon risotto, ma gli asparagi verdi sono perfetti anche da soli! Se cerchi una […]

LASCIA UN COMMENTO!